×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

In Italia c'è una laguna che 'cambia ogni giorno'  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Info

Categoria:
Mare, Natura
Descrizione:

La grande bellezza dell'Italia sta anche in questo: nel custodire luoghi talmente incredibili da non credere ai propri occhi, e che i turisti non si aspetterebbero di trovare.
È il caso della Riserva Orientata dei Laghetti di Marinello, un posto dalla straordinario bellezza naturale i cui magici scenari si aprono proprio al di sotto del Santuario della Madonna Nera di Tindari, affacciandosi dal promontorio sovrastante.
Ciò che colpisce di questa splendida riserva siciliana è il suo non essere mai uguale: i laghetti (7 in totale) sono infatti separati solo da alcune strisce di sabbia, che cambiano continuamente la loro conformazione in quanto estremamente sottili e facilmente soggette al lavoro delle mareggiate. Guardando lo spettacolo dall'alto di Capo Tindari in diversi giorni, dunque, sembra di trovarsi sempre di fronte ad un luogo diverso, e l'effetto è davvero sensazionale.
La Riserva Orientale dei Laghetti di Marinello è un parco che, oltre a mostrarsi come un'opera d'arte della natura e uno dei maggiori esempi di paesaggio lagunare della penisola, riveste una fondamentale importanza sotto il profilo della conservazione della flora e della fauna locali è inoltre protagonista di storie e leggende che si sono tramandate nel corso del tempo, come quelle legate alla sua Grotta di Donna Villa. Difficilmente raggiungibile a causa della posizione a strapiombo sulle acque del mare, pare che fosse l'antro della Maga Circe descritta da Omero nell'Odissea.
Natura e leggenda si intrecciano in questo favoloso angolo d'Italia!

VideoInfoDetail-GetPartialView = 0,0040038
VideoListSamePlaces-GetPartialView = 0,0070077
AdvValica-GetPartialView = 0,001

Ultimi video inseriti

VideoList-GetPartialView = 1,2960522
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
VideoGuideList-GetPartialView = 0,0020017
VideoList-GetPartialView = 0,9867833
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
VideoListCategories-GetPartialView = 0,0040043
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008